Ora di religione:
la sceglie meno del 90%

 Tuttoscuola, 24.2.2012

L'ultimo Annuario del Servizio Nazionale della Cei per l'Insegnamento della Religione Cattolica, relativo all'anno scolastico 2010-2011, evidenzia un calo degli alunni che si avvalgono dell'ora di religione e che scendono sotto la soglia del 90 per cento.

Per la prima volta da quando viene eseguita la rilevazione (anno 1993-94), oltre uno studente su 10 scegliendi lasciare l'aula all'arrivo del professore di religione.

La percentuale degli alunni che si sono avvalsi dell'Irc nell'anno 2010-2011 stata comunque dell'89,8%, una percentuale che la Cei giudica ''assai elevata'', parlando di “lieve flessione” rispetto all’anno precedente (ma a partire dal 1993-94 la perdita stata di 3,7 punti percentuali, da 93,5% a 89,8%).

L'ordine di scuole in cui sono pi alte le rinunce a frequentare l'ora di religione la secondaria di secondo grado (16,2%, contro l'8,5% delle scuole dell'infanzia, il 6,5% delle primarie, l'8,7% delle secondarie di 1/o grado). Il fenomeno concentrato soprattutto nell'Italia del Centro-Nord. Qui i “non avvalentisi” hanno raggiunto il 16,3% (il 26,5% nelle secondarie di secondo grado).