In extremis il finanziamento alle paritarie

da Tuttoscuola, 16.11.2011

A causa delle dimissioni del Governo, le scuole paritarie hanno rischiato l’ennesimo rinvio di assegnazione del contributo statale per il 2011 atteso da mesi.

I previsti 245 milioni di finanziamento dipendevano, infatti, da un decreto interministeriale che non risultava ancora emanato con la crisi in corso.

Venerdý 11 novembre, per˛, tra gli ultimi atti firmati dal ministro Gelmini e dal ministro Tremonti Ŕ stato incluso in extremis l’atteso decreto.

Il Miur ne ha giÓ dato comunicazione agli Uffici scolastici regionali con nota prot. 7653 di ieri, 15 novembre, con cui Ŕ stato anche trasmesso il decreto.

Il decreto contiene in allegato la ripartizione dei 245 milioni di contributo tra gli uffici scolastici regionali che dovranno essere assegnati alle 43.476 classi e sezioni di scuole paritarie che ne hanno diritto, per un importo pro-capite di 5.635 euro.

La Lombardia, con le sue 9.844 classi/sezioni sarÓ la regione che riceverÓ il maggior contributo (55.473.825), seguita dalla Campania (34.003.358 euro per 6.034 classi/sezioni), dal Veneto (29.151.371 euro per 5.173 classi) e dal Lazio (27.624.206 per 4.902 classi).