SCUOLA

Cicchitto: No a proposta
di ora di religione musulmana

Tra i motivi, mondo musulmano sfaccettato, ebrei discriminati

  ApCOM, 18.10.2009

Il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, critica l'ipotesi di un'ora di religione islamica a scuola. "La proposta dell'on Urso non mi convince per varie ragioni", afferma in una nota. "In primo luogo, essa interviene a freddo aprendo una questione delicatissima rispetto ad un sistema, quello dell'insegnamento facoltativo della religione cattolica con possibilitÓ degli alunni di non aderire, che, come hanno osservato il Rabbino capo Di Segni e il professor Israel, ha finora trovato un suo equilibrio. In secondo luogo, mentre la Chiesa cattolica ha una sua unitÓ, il mondo mussulmano e' variegato e contraddittorio: chi sceglierebbe gli insegnanti? In terzo luogo, se ci si inoltrasse lungo questo terreno, perchŔ questa scelta non dovrebbe riguardare anche gli alunni di religione buddista, induista o di altre religioni ancora? In quarto luogo, emerge quello che per me e' una questione di principio: perchŔ - domanda Cicchitto - si dovrebbe introdurre l'ora di insegnamento della religione per i bambini mussulmani e non un'ora di insegnamento della religione ebraica per i bambini ebrei che sono anche italiani? Per il sottoscritto la discriminazione nei confronti dei bambini ebrei rende questa proposta inaccettabile in via di principio. Infine - conclude l'esponente di maggioranza - la condizione di disuguaglianza che comporterebbe la proposta di inserimento dell'ora di religione islamica aprirebbe seri problemi di natura costituzionale".