Ddl: martedý inizia l'esame alla Camera

 Tuttoscuola, 27.3.2015

Il disegno di legge "Buona Scuola" Ŕ approdato alla commissione Cultura della Camera, da dove comincia il suo percorso parlamentare.

L'ufficio di presidenza della VII commissione, inizialmente previsto per oggi, Ŕ stato rinviato a martedý per passaggi procedurali ineludibili (il provvedimento deve essere formalmente assegnato dall'Aula alla commissione). E slitta a martedý di conseguenza anche la nomina del relatore del provvedimento (in tanti danno per scontato che sarÓ Maria Coscia, capogruppo Pd in Commissione).

Poi, le intenzioni sono quelle di procedere speditamente all'esame del testo. L'iter parte - giovedý - con le audizioni dei soggetti "interessati" (nell'elenco ce ne sono una cinquantina) che vanno dai sindacati alle associazioni di studenti, insegnanti e genitori.

Entro la fine di aprile, se non ci saranno intoppi, il ddl potrebbe essere approvato dalla Camera. La "palla" verrebbe poi passata al Senato che, considerando anche il ponte del Primo Maggio, avrÓ tempi strettissimi (i lavori potrebbero cominciare il 4 o il 5 maggio). E' assai improbabile che i senatori rinuncino a proporre modifiche ed emendamenti. E dunque il testo dovrebbe necessariamente tornare alla Camera. I trasferimenti dall'uno all'altro ramo del Parlamento potrebbero tuttavia - se c'Ŕ la volontÓ politica - anche essere veloci consentendo l'approvazione definitiva a fine maggio. Termine ancora sufficiente per mandare in cattedra dal prossimo settembre circa 100.000 precari.

A viale Trastevere la macchina organizzativa si Ŕ giÓ messa in moto per gli adempimenti fattibili fin da ora.