Minestra riscaldata. Davide Faraone
dÓ una spolverata alla legge n. 183/2010

Dalle parole ai fatti. Dopo l’attacco a testa bassa del Sottosegretario Faraone che ha dichiarato guerra ai furbetti che utilizzano la 104 per evitare la mobilitÓ, arriva la nota per il monitoraggio.

di Vincenzo Pascuzzi, ReteScuole 14.1.2015

LEGGE 104, PARTE IL MONITORAGGIO
DEL MINISTERO PER STANARE I “FURBETTI”

Il Ministero ha appena emanato la Nota 943 con la quale avvia un monitoraggio finalizzato alla rilevazione dei permessi ex Legge 5 febbraio 1992 n. 104 (assistenza alle persone disabili). L’invio dei dati entro il 24 gennaio 2015.

Dalle parole ai fatti. Dopo l’attacco a testa bassa del Sottosegretario Faraone che ha dichiarato guerra ai furbetti che utilizzano la 104 per evitare la mobilitÓ, arriva la nota per il monitoraggio.

Il Ministero vul sapere i nominativi dei dipendenti cui sono accordati i permessi; i permessi fruiti dai dipendenti per assistenza a persona con handicap in situazione di gravitÓ, il nominativo di quest’ultima; il rapporto di coniugio, il rapporto di maternitÓ o paternitÓ o il grado di parentela o affinitÓ intercorrente tra ciascun dipendente che ha fruito dei permessi e la persona assistita; l’etÓ del figlio per il quale madre o padre usufruisce dei permessi; il contingente complessivo di giorni e ore di permesso fruiti da ciascun lavoratore nel corso dell’ anno precedente per ciascun mese, specificando, in particolare, le ore o frazionti di ore fruite per ciascuna giornata nel corso del mese di riferimento.

Scarica la nota

Faraone: 104 strumento di civiltÓ, non pu˛ essere utilizzato per evitare la mobilitÓ. Giro di vite

+++++++

Ministero dell’Istruzione, dell’UniversitÓ e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione Generale per il personale scolastico


Roma, 13 gennaio 2015
Oggetto: Monitoraggio finalizzato alla rilevazione dei permessi ex Legge 5 febbraio 1992 n. 104.

L’art. 24 della legge n. 183/2010 ha introdotto l’obbligo della comunicazione al Dipartimento della Funzione Pubblica, entro il 31 marzo di ogni anno, dei dati relativi ai permessi fruiti, in base alla legge 5 febbraio 1992, n. 104 (l’assistenza alle persone disabili), dai dipendenti pubblici, ivi compreso il personale scolastico. In particolare Ŕ prevista la rilevazione dei dati di seguito indicati:

  • i nominativi dei dipendenti cui sono accordati i permessi di cui all’articolo 33, commi 2 e 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e successive modificazioni, ivi compresi i nominativi dei lavoratori padri e delle lavoratrici madri, specificando se i permessi sono fruiti dal lavoratore con handicap in situazione di gravitÓ, dal lavoratore o dalla lavoratrice per assistenza al proprio figlio, per assistenza al coniuge o per assistenza a parenti o affini;

  • in relazione ai permessi fruiti dai dipendenti per assistenza a persona con handicap in situazione di gravitÓ, il nominativo di quest’ultima, l’eventuale rapporto di dipendenza da un’amministrazione pubblica e la denominazione della stessa, il comune di residenza dell’assistito;

  • il rapporto di coniugio, il rapporto di maternitÓ o paternitÓ o il grado di parentela o affinitÓ intercorrente tra ciascun dipendente che ha fruito dei permessi e la persona assistita;

  • per i permessi fruiti dal lavoratore padre o dalla lavoratrice madre, la specificazione dell’etÓ maggiore o minore di tre anni del figlio;

  • il contingente complessivo di giorni e ore di permesso fruiti da ciascun lavoratore nel corso dell’anno precedente per ciascun mese, specificando, in particolare, le ore o frazioni di ore fruite per ciascuna giornata nel corso del mese di riferimento.

Al riguardo, si chiede alle SS.LL. di volersi adoperare per agevolare il tempestivo ed esatto adempimento da parte delle istituzioni scolastiche, che dovranno come di consueto comunicare anche quest’anno i dati di cui sopra, per il tramite della piattaforma PERLA PA.

Inoltre, si richiama l’attenzione delle SS.LL. sulla necessitÓ di acquisire presso le istituzioni scolastiche del territorio, anticipatamente, il dato relativo al numero complessivo del personale di ruolo e non di ruolo – per supplenze di durata annuale e fino al termine delle attivitÓ didattiche – in servizio presso le istituzioni scolastiche e che risulti titolare dei benefici di cui alla Legge 104/92, anche ove non abbia fruito dei relativi permessi.

Allo scopo si trasmette l’allegata scheda di rilevazione con l’invito a restituirla, debitamente compilata in ogni sua parte, entro e non oltre il 24 gennaio p.v., agli indirizzi di posta elettronica di seguito indicati: gianna.diberardino@istruzione.it – eugenia.volpe@istruzione.it.


Al contempo si raccomanda il costante aggiornamento dell’anagrafe delle istituzioni scolastiche.


IL DIRETTORE GENERALE
F.to Maria Maddalena Novelli

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione /prot943_15