Tfa Ordinario, concorso scuola 2014,
stipendi, precari, graduatorie:
novitÓ questa settimana
in attesa modifiche Governo Renzi

Per quanto riguarda la scuola, il Governo Renzi ha varato il piano edilizia questa settimana, ma altre materie e temi sull'Istruzione sono soggetti a diverse discussioni e decisioni da parte di Renzi, dei suoi ministroe del Ministro Giannini

di Lorenzo Pascucci, webmasterpoint 18.3.2014

3,7 miliardi di euro per l'edilizia scolastica e per ristrutturare e mettere in sicurezza le scuole italiane; rifinanziamento del Mof , il fondo per il Miglioramento dell'offerta formativa eroso negli ultimi anni per pagare gli scatti stipendiali ai docenti, bloccati dal governo Berlusconi e dal governo Monti: queste le misure per la scuola al momento approvate dal Consiglio dei ministri, per l'edilizia scolastica, che avrÓ sede al Palazzo Chigi e che lavorerÓ fianco a fianco col ministero dell'Istruzione, per mettere rendere sicure in tempi brevi pi¨ scuole possibile.

Il ministro Stefania Giannini ha annunciato che, con la cifra giÓ disponibile, si potranno attivare 10mila interventi. La cabina di regia, che lavorerÓ anche in collaborazione con i comuni e con le ex province, partirÓ dal prossimo primo aprile. Matteo Renzi ha ribadito: “La scuola deve essere un luogo da cui partire e in cui stare sicuri” ed Ŕ bene renderle posti migliori e sicuri.

Il premier ha spiegato che “I 3 miliardi e 700 milioni, che serviranno per effettuare anche semplici interventi, dalla tinteggiatura all'efficientamento energetico, ma anche per la totale demolizione degli edifici pi¨ sgarrupati, saranno sganciati dal patto di stabilitÓ interno. Nessun sindaco  avrÓ pi¨ il problema di non potere spendere somme che ha”.

Il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, ha anche annunciato la volontÓ del governo di ripristinare i fondi tagliati al fondo per il Miglioramento dell'offerta formativa per pagare gli scatti stipendiali degli insegnanti. Una operazione che Ŕ costata alle scuole quasi 400 milioni di euro che le istituzioni scolastiche spesso chiedono alle famiglie sottoforma di contributi volontari.

Poi, probabilmente fra qualche tempo, dovrebbe arrivare un riforma della scuola con interventi, necessari, su concorsone per la scuola, Tfa Ordinari, bonus maturitÓ, aumenti stipendi degli insegnanti. Tutti temi comunque trattai in questo periodo. Per Renzi, infatti, Ŕ importante un rinnovamento della scuola, in ogni suo aspetto, e mira anche a combattere l’abbandono scolastico, a rafforzare ed accrescere l’insegnamento dell’inglese, a potenziare l’importanza degli istituti tecnici.

In ballo anche l’aumento degli stipendi degli insegnanti. Su concorsone della scuola  bonus maturitÓ Ŕ, invece, intervenuta il ministro Giannini, anticipando un possibile ritorno del bonus maturitÓ, se non da quest’anno, dall’anno prossimo; e l’abolizione dei concorsi per la scuola stile Profumo che hanno creato tanta confusione.