Classi pollaio e handicap:
Quota 96 2012, docenti e ATA chiedono conteggio

di Anselmo Penna, Orizzonte scuola 28.12.2014

Non si arrendono il lavoratori Quota 96 del 2012 rimasti in servizio a scuola a causa di una svista nella riforma della Fornero. Il conteggio in realtÓ Ŕ giÓ stato effettuato informalmente.

Esclusi anche dalla Legge di StabilitÓ 2014, i Quota 96 del 2012 chiedono al Governo (Ministri Giannini, Poletti e Padoan) di avviare un conteggio degli aventi diritto alla pensione secondo le vecchie regole, prima della riforma Fornero.

Infatti, secondo i richiedendo, il numero sarebbe calato, richiedendo un investimento finanziario decisamente inferiore rispetto a tre anni fa.

In realtÓ, i conti sono giÓ stati fatti dalle stesse organizzazioni e che li attesta a 2700 pensionandi, a fronte dei 4mila contati inizialmente. Un numero che richiederebbe 283 milioni di euro, decisamente inferiore rispetto a quella preventivata all'inizio.

Eppure, dalle alte sfere pare non ci sia intenzione di andare in questa direzione. Controprova, la bocciatura dei numerosi emendamenti presentati in occasione della Legge di StabilitÓ 2014.

In realtÓ, il Governo ha preso un impegno, con l'accoglimento di un Ordine del giorno che Ŕ stato commentato dal Sottosegretario all'economia, affermando che si prenderanno provvedimenti in occasione dell'attuazione della riforma.

Era stato lo stesso Ministro Giannini ad anticipare durante una video intervista a Repubblica.it la volontÓ di utilizzare i docenti Quota 96 nell'organico funzionale, con compiti diversi dall'insegnamento. Proposta rigettata al mittente il giorno dopo dagli stessi comitati.

La battaglia mediatica continua. I comitati chiedono un documento ufficiale che ne individui gli aventi diritto.