Ocse-Pisa 2012: le posizioni
di tutte le regioni italiane in SCIENZE

Il Triveneto fa l'en plein

da Tuttoscuola, 4.12.2013

I dati Ocse-Pisa 2012 relativi a scienze dei 15enni confermano sostanzialmente quanto rilevato a livello di singola regione italiana per matematica e lettura: il Nord nelle primissime posizioni, il Sud e le Isole tutte sotto la media Ocse; il Centro sulla media Ocse del Lazio che si situa addirittura di 10 punti sotto la media dell’Italia.

Trento al 10 posto con 533 preceduta da Stati asiatici e, per quanta riguarda l’Europa, soltanto da Finlandia ed Estonia. Dietro Trento, rispettivamente all’11 e 12, Friuli Venezia Giulia e Veneto; segue al 13 posto con 529 punti la Lombardia che lascia dietro Polonia, Germania, Olanda, Irlanda e Austria.

Al 29 posto Bolzano (519 punti) che precede Svizzera, Slovenia e Regno unito. L’Emilia-Romagna al 42 posto con 512 punti, seguita dal Piemonte (509 punti), dalla Valle d’Aosta e dalle Marche con 507 punti che precedono Austria, Belgio e Lettonia.

Umbria, Liguria e Toscana raggiungono la media Ocse dei 501 punti e precedono Francia, Danimarca, Stati Uniti, Spagna, Norvegia e Ungheria.

Sono quindi dodici le regioni italiane sopra o pari alla media Ocse; le altre nove sono sotto anche alla media nazionale di 494 punti.

All’80 e 81 posto sono Lazio (484 punti) e Puglia (483), seguite dall’Abruzzo (482). La Sardegna 90.ma con 473 punti, preceduta dall’Islanda e dalla Repubblica Slovacca. Il Molise con 468 precede la Grecia, la Basilicata (93.ma con 468 punti), la Campania (457) e la Sicilia (al 98 posto con 454 punti).

Fanalino di coda, ancora una volta, la Calabria (al 113 post con 431 punti) preceduta da Bulgaria, Serbia, Romania e Cipro.