Pensioni Quota 96 della scuola:
clamorosa  Carrozza

Fa discutere una presunta esternazione della Carrozza,
intanto non ancora pervenuta relazione tecnica. Ghizzoni furiosa.

di Irene Canziani, The Blasting News 2.12.2013

Per i quasi 4 mila aventi diritto alla pensione "non ci sono soldi": questa la clamorosa affermazione che sarebbe uscita dalla bocca del ministro dell'istruzione Maria Chiara Carrozza, a margine di un convegno a tema "ricostruire la scuola" tenutosi a La Spezia negli scorsi giorni. A riportare le parole del ministro Ŕ una delegazione del Comitato Civico Quota 96, direttamente sul sito ufficiale Diritti Acquisiti Comparto Scuola. 

E questo nonostante i numeri del problema Quota 96 siano stati pi¨ volte ridimensionati: dapprima sono state riviste al ribasso le cifre degli aventi diritto al pensionamento con i requisiti pre-Fornero (dai circa 9 mila ipotizzati dall'Inps ai 3976 identificati attraverso il questionario), poi le stesse coperture economiche (da oltre 400 milioni di euro ai circa 250 milioni calcolati dal Comitato Q96).  

Il tutto in un continuo gioco di attese e rimandi che vedono l'iter della proposta di legge 249 rallentare sempre pi¨. L'ultima riunione del comitato ristretto, convocata per giovedý 28 novembre, si Ŕ risolta in un nulla di fatto perchŔ non Ŕ ancora pervenuta la relazione tecnica da parte del governo. 

In tutto questo si registra la rabbia di Manuela Ghizzoni, relatrice del provvedimento: "Ŕ grave che non sia giunta nei tempi fissati la relazione tecnica - scrive la deputata PD - e, francamente, non posso credere che non ci sia stato il tempo e la disponibilitÓ di personale per redigerla. Se pensano di avere la meglio sulle nostre intenzioni prendendoci per "sfinimento", colgo l'occasione per dire che si sbagliano!". 

 

Qui Ŕ possibile consultare il testo integrale dell'articolo.