ATTENZIONE: Limite di etÓ
per partecipare al concorso? Le precisazioni

 dal blog di Liborio Butera, 26.9.2012

Facendo seguito a richieste di chiarimenti relativamente al requisito anagrafico richiesto per la partecipazione al concorso ordinario, precisiamo quanto segue.

- il decreto n. 82 di indizione del concorso , fa riferimento al D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, Regolamento recante norme sull’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalitÓ di svolgimento dei concorsi, nel quale all’art. 2 si limita la partecipazione ai concorsi agli aspiranti di etÓ compresa tra i 18 e i 40 anni.

ATTENZIONE

- la LEGGE 15 maggio 1997, n. 127 (c.d. Bassanini 2 sulla semplificazione dell’attivitÓ amministrativa) ha previsto all’art. 3 comma 6 che la partecipazione ai concorsi indetti da pubbliche amministrazioni non Ŕ soggetta a limiti d’etÓ, salvo deroghe dettate da regolamenti delle singole amministrazioni connesse alla natura del servizio o ad oggettive necessitÓ dell’amministrazione.

- da quanto sopra deriva che, fermo restando il limite minimo di 18 anni (maggiore etÓ), non esiste pi¨ un limite massimo di accesso alle procedure concorsuali;

- per la cronaca, la citata norma, con il successivo comma 7, ha abolito i titoli preferenziali relativi all’etÓ per l’ammissione ai concorsi pubblici ed Ŕ stata introdotta la preferenza a paritÓ di punteggio per il candidato pi¨ giovane di etÓ.