Ampliamento del sostegno,
nuovi ricorsi e manifestazione a Roma

 Tuttoscuola, 21.3.2012

Parte a Roma il secondo ricorso collettivo per ottenere pi¨ ore di sostegno per gli alunni diversamente abili che le Asl hanno certificato come 'gravi'. A promuovere l'iniziativa Ŕ il Coordinamento delle scuole elementari di Roma che ha giÓ incassato una prima vittoria lo scorso 5 marzo quando il Tar del Lazio ha dato ragione ad un gruppo nutrito di genitori capitolini che chiedevano pi¨ ore di didattica ad hoc per i figli con disabilitÓ.

Per i giudici nei casi gravi, questa la sostanza della sentenza, va rispettato il rapporto uno a uno fra docente e studente. Il primo ricorso ha coinvolto 13 famiglie ed Ŕ stato il primo collettivo di questo tipo. Per i vincitori la sentenza Ŕ dunque "storica".

Ma ora, spiegano dal Coordinamento, "c'Ŕ bisogno di farla rispettare". Anche per questo genitori, insegnanti, alunni saranno domani sotto alle finestre del ministro Francesco Profumo, in viale Trastevere e chiederanno di essere ricevuti.

L'appuntamento Ŕ alle 16.30. La manifestazione, spiegano gli organizzatori che si stanno autofinanziando per sostenere i ricorsi, servirÓ per "esigere il rispetto della sentenza e la sua immediata esecuzione con l'assegnazione delle ore di sostegno necessarie".

Una delegazione del Coordinamento scuole elementari di Roma chiederÓ di essere ricevuta dal ministro Profumo, dal sottosegretario Rossi Doria e dai dirigenti del ministero.