Stretta sugli organici
degli educandati e convitti nazionali

di L.F. La Tecnica della Scuola, 19.6.2012

Il MIUR, nell’incontro avuto in mattinata con le OO. SS, ha manifestato l’intenzione di tagliare gli organici di diritto del personale educativo per l’anno scolastico 2012-2013.

Nemmeno il governo Berlusconi e la Gelmini erano arrivati al punto di tagliare anche questa tipologia di posti in organico. L’idea del ministro Profumo quella di applicare il DPR n.81 del 2009 che all’art.20. Riportiamo i parametri per le dotazioni organiche degli educandati e convitti nazionali citati all’art.20 del suddetto DPR:

a) in presenza di convittori e/o convittrici:

1) con almeno quaranta convittori: cinque posti;

2) con almeno quaranta convittrici: cinque posti;

3) per ogni ulteriore gruppo di dieci convittori e/o convittrici: un posto;

4) per ogni gruppo ulteriore di venti semiconvittori e/o semiconvittrici: un posto;

5) con almeno trenta convittori o convittrici ed almeno quaranta semiconvittori e/o semiconvittrici: sei posti;

6) per ogni gruppo di ottanta convittori e/o convittrici e' aggiunto un posto oltre quelli di cui al punto 3;

b) in assenza di convittori e/o convittrici:

1) con almeno settanta semiconvittori e/o semiconvittrici: quattro posti;

2) per ogni gruppo ulteriore di venti semiconvittori e/o semiconvittrici: un posto.

In passato questi rigidi parametri non erano mai stati applicati strettamente, ma in tempi di crisi pare che il ministro Profumo voglia fare rispettare la legge e non voglia sentirne ragione alcuna. I sindacati da parte loro chiedono la conferma degli organici del 2011-2012 e sono pronti a dare battaglia.