Prove Invalsi per allievi
con bisogni educativi speciali

di L.L. La Tecnica della Scuola, 13.4.2012

Come gli anni passati, anche quest’anno l’Invalsi ha pubblicato un’apposita nota riguardante lo svolgimento delle prove Snv 2012 per gli allievi con bisogni educativi speciali.

La nota si riferisce solo ed esclusivamente alle prove del Snv (classe II e V scuola primaria, classe I scuola secondaria primo grado, classe II scuola secondaria secondo grado), mentre per la Prova nazionale prevista nell’ambito dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione Ŕ necessario fare riferimento alla normativa attualmente vigente.

Considerato che le esigenze degli allievi con particolari bisogni educativi sono molteplici e difficilmente individuabili a priori in modo completo e esaustivo, l’Invalsi demanda al dirigente scolastico - che Ŕ a conoscenza della situazione dei propri studenti - la valutazione del singolo caso. Ed Ŕ pertanto lo stesso dirigente che potrÓ decidere quali misure adottare per consentire da un lato il regolare svolgimento delle prove per tutti gli studenti e, dall’altro, di tener conto delle necessitÓ di ogni allievo con bisogni educativi speciali.

Ogni tipo di disabilitÓ o Dsa deve essere segnalato sulla scheda-risposta dei singoli studenti, barrando l’opzione pi¨ appropriata:

1 = disabilitÓ intellettiva;

2 = disabilitÓ visiva: ipovedente;

3 = disabilitÓ visiva: non vedente;

4 = Dsa;

5 = altro.

In questo modo, i risultati degli alunni con bisogni educativi speciali saranno considerati separatamente dagli altri e non rientreranno nella elaborazione statistica dei risultati di tutti gli altri alunni.

Tali studenti sono, invece, dispensati dalla compilazione del Questionario studente, ove previsto (classe V primaria, I secondaria di primo grado e II secondaria di secondo grado).