Cipe programma 191 milioni
per scuole e universitÓ

di A.D.F. La Tecnica della Scuola, 6.8.2012

Questi 191 milioni di euro, nell’ambito della programmazione delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione, sono stati ripartiti in sei regioni

Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) Ŕ un organo collegiale del Governo presieduto dal presidente del Consiglio dei ministri e composto dai c. d. ministri economici.

Il CIPE Ŕ un organo di decisione politica in ambito economico e finanziario, che svolge funzioni di coordinamento in materia di programmazione della politica economica da perseguire a livello nazionale, comunitario ed internazionale. A tal proposito, qualche giorno fa, Ŕ stata deliberata la programmazione delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione ( 21 miliardi assegnati dall'agosto 2011 ).

Quindi nell'ambito della programmazione regionale del FSC, il CIPE ha programmato le residue risorse a favore dei seguenti settori: manutenzione straordinaria del territorio (880,4 milioni di euro); promozione d'impresa (circa 943 milioni di euro); sanitÓ (oltre 717 milioni); riqualificazione urbana (oltre 400 milioni); altre infrastrutture (oltre 468 milioni), e per ultimo il finanziamento per il. sostegno alle scuole e alle UniversitÓ (circa 191 milioni). Questi 191 milioni di euro sono stati ripartiti in sei regioni, precisamente: Basilicata 47.8 milioni, Calabria 6.0 milioni, Molise 15.2 milioni, Puglia 41.3 milioni, Sardegna 41.0 milioni e Sicilia 39.5 milioni. Una boccata di ossigeno per molte regioni meridionali, che hanno estrema necessitÓ di risorse finanziarie per rilanciare il sistema istruzione dei loro territori.