Movimento 'NO PETTINE':
Appello a Napolitano per il bonus

 1.6.2011

DISTINTO PRESIDENTE

Decine di migliaia di docenti precari si sono attivati nei mesi scorsi hanno scritto a tutti gli organi di governo, agli esponenti di tutti i partiti per chiedere il congelamento delle Graduatorie a Esaurimento, o, almeno, il solo aggiornamento senza possibilitÓ di trasferimento da una provincia all'altra, nel rispetto della L. 296/2006, MAI ABROGATA NEMMENO DALLA SENTENZA 41 DELLA CORTE COSTITUZIONALE.

Decine di migliaia di precari hanno INONDATO il MIUR nella settimana dal 14 al 19 marzo con raccomandate no-pettine.

Decine di migliaia di precari hanno scritto al Miur, a tutti i Provveditorati d'Italia, chiedendo di mettere in mora l'inserimento dei ricorsisti nelle GaE dato che esiste un ricorso vinto da un sindacato che li costringe a ricorrere al giudice ordinario.
DECINE DI MIGLIAIA DI PRECARI CHIEDONO ORA, COME ULTIMA SPERANZA PER POTER PRESERVARE I LORO DIRITTI ACQUISITI, PER NON VANIFICARE ANNI DI SCELTE DI VITA DIFFICILI, PER NON AZZERARE COMPLETAMENTE LE LORO POSSIBILITA' DI LAVORO CHE

venga approvato l'emendamento al DL sviluppo sul BONUS punti proposto dal Sen. Pittoni. Tale provvedimento non Ŕ una soluzione al precariato scolastico nelle sue drammatiche espressioni, ma E' LA SOLA POSSIBILITA' PER DECINE DI MIGLIAIA DI DOCENTI DI NON SCOMPARIRE DAL MONDO DELLA SCUOLA.

ED ESSENDO TALE BONUS DATO A TUTTI NON CI PARE PROPRIO POSSA QUESTO ESSERE TACCIATO DI ANTICOSTITUZIONALITA’. PERCHE’ ALLORA TALE ANTICOSTITUZIONALITA’ DOVREBBE VALERE ANCHE PER LE GRADUATORIE ATA BLOCCATE DAL 2001 (CHI CAMBIA PROVINCIA VA IN TERZA FASCIA PER DUE ANNI) O PER IL CONGELAMENTO DELLE GRADUATORIE DEL PERSONALE DOCENTE CHE LAVORA ALL’ESTERO E DA LEI FIRMATO.

DUE PESI E DUE MISURE O SOLO TROPPI INTERESSI IN GIOCO?

ANTICOSTITUZIONALE E’ INVECE OLTREMODO NON SALVAGUARDARE IN NESSUN MODO QUEI DIRITTI ACQUISITI DI CHI HA SOLTANTO SEGUITO UNA LEGGE ED ORA SI SENTE TRADITO da tutti: DA quelle ISTITUZIONI fino ad ora LATENTI ed inette Al RIGUARDO nonostante gli strumenti a disposizione, a quelle che fin TROPPE VOLTE SI ESPRIMONO E GIUDICANO SENZA TENER CONTO CHE DIETRO QUEI NUMERI CI SONO VITE E PRIMA DI TUTTO PERSONE.


QUESTA E' L'ENNESIMA POSSIBILITA', CHE LA POLITICA NON DEVE SCIUPARE: la possibilitÓ DI ASCOLTARE LA VOCE DI OLTRE 150MILA DOCENTI CONTRARI ALL'INSERIMENTO A PETTINE.

NOI CHE NON ABBIAMO minimamente pensato di intentare ricorsi contro altri precari DOPO AVER VISTO le graduatorie delle altre province Chiediamo che il bonus punti venga integrato nel DL e che sia data questa possibilitÓ ai tanti, alle decine di migliaia di precari che HANNO RISPETTATO LE LE GGI VIGENTI E CHE OGGI RISCHIANO DI NON AVERE PIU'ALCUNA POSSIBILITA' DI CONTINUARE IL LAVORO SCELTO CON TANTA PASSIONE.

COME INSEGNANTI COME CITTADINI RISPETTOSI DI UNA CONCEZIONE SANA DI LEGGE, DI DIRITTI E DI DOVERI, CHIEDIAMO LA SUA ATTENZIONE NEL RISPETTO DEL DIRITTO E DELLA COSTITUZIONE ANCHE PER NOI.

 

MOVIMENTO DOCENTI NO PETTINE ITALIA