Gelmini: battute premier?
Anche mia suocera arrossì

da Leggo, 19.4.2011

ROMA - «Ha cantato, in francese - ha aggiunto - pure al mio matrimonio, conquistando la simpatia di tutti gli invitati: la vera sposa è stato lui. E mia suocera, che è una maestra rigorosa, è arrossita per le sue battute. Ho partecipato a tante cene, l'ho visto molte volte in situazioni di intimità con gli amici cantare o raccontare barzellette spinte». A dichiararlo, in un'intervista a Diva e donna, il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, a proposito delle cene di Silvio Berlusconi.

«Conciliare il lavoro con il ruolo di madre - ha proseguito - non è semplice, specie se il lavoro comporta giorni lontano da casa. Per ora mi porto sempre dietro Emma in tutti i miei spostamenti, dovrebbero darle una tessera speciale per quanto ha già volato in un anno di vita. Ma quando avrà i suoi impegni scolastici - ha concluso - avrà bisogno di maggiore stabilità».

Nell'intervista il ministro ha anche parlato della figlia Emma, che ha festeggiato il suo primo anno di vita, e del marito Giorgio Patelli. «Gli ultimi tre sono stati anni importanti, di grande impatto e cambiamento che coincidono con tappe fondamentali nella mia vita privata e pubblica, come ministro. Ma la famiglia è una gran cosa, la politica - ha osservato Mariastella Gelmini - passa: anche i ruoli più prestigiosi sono effimeri, transitori. Emma e Giorgio, invece, resteranno sempre. Emma di sicuro, Giorgio lo spero».