"Non cambiate le scuole superiori"

I sindacati della scuola chiedono alla presidente della Provincia
di rinviare l'applicazione della riforma Gelmini: 'C' troppa confusione'.

 Manuela Catelani da Viaemilianet.it, 1.3.2010

Troppa confusione: rimandiamo di un anno l'applicazione della riforma Gelmini nelle scuole superiori. La richiesta arriva dai sindacati della scuola ed diretta all'amministrazione provinciale. 'I regolamenti che riguardano l'accorpamento degli indirizzi sono disponibili da pochissimi giorni - dicono Cgil, Cisl, Uil e Gilda - e non possibile per le famiglie alle prese in questi giorni con la scelta dell'istituto ricevere una corretta informazione'. La proposta stata avanzata nel corso di un incontro che si svolto nel pomeriggio a palazzo Allende.

Al tavolo la presidente della provincia Sonia Masini e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali. 'Le scuole - hanno sottolineato questi ultimi - stanno cercando faticosamente di informare l'utenza approntando in fretta piani dell'offerta formativa a volte poco condivisi dai collegi docenti. C' un clima di grande incertezza e disorientamento generale che non favorisce scelte ponderate ma comunque cruciali per il futuro degli studenti. La riorganizzazione dell'offerta formativa, cos come quello del personale docente, risulta impossibile da esercitare a poco pi di tre settimane dalla scadenza delle iscrizioni'. Cgil, Cisl, Uil e Gilda chiedono che sia confermata la programmazione oggi vigente nelle scuole e di rimandare il riordino degli indirizzi all'anno scolastico 2011 - 2012, o almeno che non siano accolte le richieste delle scuole di attivare nuovi corsi.