MobilitÓ scuola dell’infanzia e primaria:
tempistiche operazioni
e chiarimento valutazione titoli di studio

di Lara La Gatta La Tecnica della Scuola, 26.4.2010

Pi¨ volte le organizzazioni sindacali del Comparto scuola avevano sollecitato i chiarimenti che il Miur ha diramato con due note, indirizzate agli uffici scolastici regionali, diffuse il 23 aprile, contenenti precisazioni sulla mobilitÓ del personale della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

La nota nota prot. n. 4334, in vista del termine del 30 aprile 2010 per l’acquisizione delle disponibilitÓ e la pubblicazione dei movimenti relativi alla scuola primaria, richiama l’attenzione dei direttori regionali sulla corretta gestione degli adempimenti in capo ai Dirigenti Scolastici, limitatamente a questo ordine di scuola, in merito alla formazione/pubblicazione della graduatoria interna d'istituto e per l'immediata individuazione e notifica delle eventuali posizioni di soprannumero ai docenti  interessati, al fine di consentire a detto personale di produrre in tempi congrui la domanda di mobilitÓ.

Tale istanza, ricordiamo, dovrÓ essere presentata dal personale dichiarato soprannumerario su modello cartaceo, in quanto l’O.M. n. 19 del 19 febbraio 2010 sulla mobilitÓprevedeva, per i docenti della scuola primaria e secondaria di I grado, l’utilizzo della procedura informatica Polis esclusivamente per le domande volontarie presentate entro il termine di scadenza.

Con la successiva nota prot. n. 4335 il Ministero, nel rispondere a numerosi quesiti in merito alla valutazione, ai fini della mobilitÓ, del titolo di diploma di laurea in scienze della formazione primaria indirizzo-infanzia conseguito da docenti di ruolo nella scuola primaria, richiama quanto stabilito dal Ccni 16 febbraio 2010, alla nota 12): “non si valuta il diploma di laurea in scienze della formazione primaria in quanto Ŕ un titolo richiesto per l’accesso al ruolo di appartenenza”.

Pertanto, dovranno essere attributi 5 punti, in quanto titolo aggiuntivo a quello necessario per l’accesso al ruolo di appartenenza, alla laurea in scienze della formazione primaria indirizzo-infanzia, non utile ai fini dell’accesso al ruolo della scuola primaria.

Allo stesso modo verrÓ riconosciuto un punteggio di 5 punti ai docenti in ruolo nella scuola dell’infanzia in possesso di laurea in scienze della formazione primaria indirizzo-primaria, non utile ai fini dell’accesso al ruolo della scuola dell’infanzia.