MobilitÓ 2013-2014,
in avvio il confronto al Miur

Iniziata la manutenzione di primi articoli del contratto collettivo nazionale integrativo

 dalla Gilda degli Insegnanti, 1.10.2013 

Oggi si Ŕ riunito al ministero per la prima volta il tavolo di confronto fra l'Amministrazione e le OO.SS. per definire la bozza di Contratto concernente la mobilitÓ per il prossimo anno scolastico.

L'incontro Ŕ stato presieduto dalla dirigente dell'ufficio relativo alla mobilitÓ, la dott.ssa Palermo, la quale ha invitato le OO.SS ad esplicitare in linea di massima le rispettive posizioni in merito ad eventuali modifiche al testo attualmente in vigore.

Immancabilmente una O.S. si Ŕ dichiarata contraria a qualsivoglia modifica dell' esistente, rendendosi disponibile solo per interventi di manutenzione e per i chiarimenti che dovessero rendersi necessari.

La FGU ha ribadito per l'ennesima volta il proprio pressante invito all' Amministrazione a sgravare il personale interessato alla mobilitÓ - in applicazione della L. 183/11 - da tutti gli oneri connessi alla reiterazione delle pluridichiarazioni ed autocertificazioni giÓ in possesso dell' Amministrazione, mediante la semplificazione della modulistica che giÓ di per sÚ Ŕ un' autocertificazione che, pertanto, non necessita di ulteriori dichiarazioni o certificazioni ad eccezioni di quelle sanitarie che, comunque, non vanno reiterate, se giÓ in possesso degli uffici competenti, ma solo confermate.

La ns. delegazione - giungendo a regime nel 2014/15 la riforma delle superiori - ha invitato la dott.ssa Palermo a farsi carico presso il dipartimento dell'istruzione della verifica della volontÓ di unificare (pi¨ volte esplicitata dal cit. dipartimento) le graduatorie interne per l'individuazione dei perdenti posto nell'ambito rispettivamente dell'istruzione classica, della tecnica e di quella professionale, indipendentemente dagli indirizzi di studio attivati. Qualora l'Amministrazione dovesse propendere per l'applicazione di quanto previsto nei decreti istitutivi della suddetta riforma, il tavolo di confronto dovrÓ prenderne atto ed adeguare in particolare l'articolato concernente l'individuazione ed il trattamento dei perdenti posto.

La FGU, inoltre, ha invitato il tavolo ad assumere una posizione chiarificatrice in merito alla valutazione dei servizi di ruolo prestati dagli ITP - cui vanno aggiunti i docenti dell' A075 e dell' A076 - prima di transitare nel ruolo dei laureati sempre della secondaria di II grado e si Ŕ dichiarata, come negli anni scorsi, interessata all'unificazione dei punteggi relativi ai servizi preruolo differenziati attualmente fra mobilitÓ volontaria e d' ufficio.

Sempre per la ns. delegazione va prestata particolare attenzione alle cattedre costituite con insegnamenti atipici, in quanto dev'essere salvaguardato il diritto al rientro di coloro che hanno il punteggio pi¨ elevato.

Fra le problematiche emerse vanno segnalate:

a) l'individuazione dei titoli d'accesso per l' insegnamento nelle scuole carcerarie dell'istruzione primaria;

b) la necessitÓ di eliminare l'effettuazione manuale dell'assegnazione delle titolaritÓ nella secondaria di I grado ai docenti richiedenti il trasferimento interprovinciale da posto comune a posto di sostegno;

c) la necessitÓ d' impartire disposizioni che evitino l'applicazione difforme del CCNI da parte degli uffici Territoriali;

d) la necessitÓ di recepire le note ed i chiarimenti emanati negli ultimi anni;

e) la necessitÓ di una riflessione sulle tabelle per la valutazione dei titoli e dei servizi.

Data una rapida lettura agli articoli. fino al sesto, si Ŕ deciso di accantonare quest' ultimo ed il 3 bis.