Gilda

degli

Insegnanti

 

Venezia

della Provincia di

Cannaregio 472, 30121 Venezia,  fax 0418620773,
tel. 0417790457, cell. 3296450329, 3881638560
www.gildavenezia.it,
info@gildavenezia.it, gilda@gildavenezia.it

Dimensionamento Superiori:
una questione per pochi intimi?

Alcune considerazioni in merito alle ipotesi di dimensionamento
della rete scolastica scuola secondaria di secondo grado provincia di Venezia

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 25 settembre 2012

Circolano in questi giorni alcune ipotesi (1 e 2) riguardo al dimensionamento degli Istituti Secondari Superiori di Venezia e della sua provincia.

I tempi del’iter della determinazione dei provvedimenti di dimensionamento e razionalizzazione della rete scolastica indicati dalla Regione Veneto nella Delibera n. 1197-2012. Programmazione Rete Scolastica e Offerta Formativa - Linee guida risultano assai stingenti e prevedono queste scadenze:

punto elenco

Eventuale presentazione delle proposte alle Province entro il 22 settembre 2012

punto elenco

Pareri delle Commissioni di Distretto Formativo entro il 10 ottobre 2012

punto elenco

Determinazioni degli Organi comunali e/o provinciali sulla nuova offerta formativa e invio alla Regione entro il 31 ottobre 2012

punto elenco

Adozione della Delibera di Giunta Regionale sulla nuova offerta formativa entro il 20 novembre 2012

punto elenco

Determinazioni degli Organi comunali e/o provinciali sul dimensionamento della rete scolastica e invio alla Regione entro il 31 novembre 2012

punto elenco

Adozione della Delibera di Giunta Regionale sul dimensionamento della rete scolastica entro il 31 dicembre 2012

La FGU Gilda degli insegnati esprime a riguardo le seguenti considerazioni al fine di consentire la massima partecipazione, anche delle forze sociali e degli organi collegiali delle scuole, alle decisioni in merito.

punto elenco

Prende atto che le attuali ipotesi di dimensionamento degli Istituti superiori della Provincia di Venezia sono circolate in assenza della necessaria informazione pubblica e senza l’indispensabile coinvolgimento di tutti i soggetti interessati (gli Organi Collegiali in primis) e rischiano di diventare una semplice operazione di taglio della spesa che non ha alcuna prospettiva di medio-lungo periodo (il dimensionamento di Chioggia insegna).

punto elenco

Rileva con preoccupazione il fatto che gli unici destinatari delle richieste di parere sugli scenari proposti siano stati i Dirigenti scolastici. Ricorda in proposito che i Dirigenti, anche in osservanza del D.Lgs. 150/09 devono agire nel rispetto delle competenze degli organi collegiali (Consiglio di Istituto, Collegio dei Docenti). Confida che i pareri espressi dalla Dirigenza scolastica siano pertanto sempre supportati da adeguati documenti votati dagli organi collegiali competenti. Pa presente pur tuttavia che negli ultimi vent’anni i processi di dimensionamento o di riorganizzazione della rete scolastica hanno troppo spesso perseguito i microinteressi dei presidi (mantenimento del posto, accorpamenti pilotati in relazione al pensionamento di dirigenti, ecc.) senza considerare l’inefficacia e l’inefficienza di tali decisioni. Per FGU-Gilda degli Insegnanti devono prevalere l’interesse pubblico, la salvaguardia dell’Offerta Formativa delle scuole, la tutela delle famiglie e degli studenti rispetto alla difesa di interessi corporativi.

punto elenco

Si rimarca infine che scarso o nullo Ŕ stato il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali e professionali dei docenti che possono e debbono esprimere pareri tecnici motivati sul piano non tanto della semplice organizzazione degli uffici, ma sulle ricadute complesse sull’offerta formativa nel caso del dimensionamento.

Pertanto la FGU-Gilda degli Insegnanti della Provincia di Venezia invita gli organi collegiali - e soprattutto tutto il personale della scuola, docente ed ATA - ad aprire il dibattito esprimendo le proprie riflessioni ed avanzando ai soggetti che dovranno assumersi poi deliberare a riguardo.

Ribadisce comunque che qualsiasi progetto di dimensionamento deve avere una prospettiva di medio-lungo periodo per evitare ulteriori traumatici interventi sulla struttura dell’offerta formativa, giÓ pesantemente colpita dalla recente riforma della scuola secondaria di secondo grado.

Invita infine tutti i colleghi a inviare su questo sito ogni contributo utile a riguardo

 

punto elenco

Dimensionamento Venezia 1

punto elenco

Dimensionamento Venezia 2

 

Venezia, 25 settembre 2012

Gilda degli insegnanti,
Federazione Gilda-Unams,
della provincia di Venezia