Secondaria di II grado:
pronta la circolare sull'organico di fatto

Misure per la salvaguardia dei docenti soprannumerari
e la sistemazione del personale in esubero.

 dal sito nazionale della Gilda degli Insegnanti, 3.8.2010

Nella giornata odierna si Ŕ tenuto l'incontro al MIUR per la stesura della circolare relativa all' organico di fatto della scuola secondaria di II grado per il 2010-2011.

Come Ŕ noto, con la circolare ministeriale n. 59 del 23 luglio u.s., si faceva riserva di impartire specifiche ulteriori disposizioni con riguardo alle modalitÓ di attuazione dei potenziamenti per la salvaguardia dei docenti soprannumerari e la sistemazione del personale in esubero, soprattutto in seguito alla sospensiva concessa dal TAR Lazio in merito alla riduzione dei quadri orari delle classi intermedie dell'istruzione tecnica e delle II e III dell'istruzione professionale.

A tal proposito il MIUR ha previsto, nella bozza di circolare sottoposta oggi alle OO.SS., che i docenti diventati soprannumerari a causa dei suddetti tagli siano utilizzati nelle istituzioni scolastiche di precedente titolaritÓ ed impiegati prioritariamente nelle classi che hanno subito la riduzione di cui sopra. Le ore "tagliate" all' istruzione tecnica in eccedenza alle 32 ore settimanali ed all'istruzione professionale oltre le 34 dovranno essere restituite alle classi interessate. Il potenziamento dell' offerta formativa sarÓ appannaggio dei docenti delle classi di concorso in esubero, purchŔ le scuole ne facciano richiesta all'USP di appartenenza.

Da quest'anno i posti di sostegno saranno conteggiati a parte rispetto ai restanti organici, in quanto - in applicazione della sentenza della Corte Costituzionale - non pu˛ essere imposto un tetto all'integrazione dei disabili, anche se tali deroghe dovranno essere monitorate dai DD.GG.RR.

Inoltre, per quanto riguarda gli spezzoni fino a 6 ore relativi a classi di concorso che presentano esubero provinciale, tali disponibilitÓ non potranno essere assegnate ai docenti in servizio che ne facciano richiesta, in quanto dovranno costituire ulteriori disponibilitÓ per il miglior utilizzo dei perdenti posto.

Per quanto concerne l'insegnamento delle lingue straniere, in applicazione della riforma, le prime classi dei vari istituti superiori non potranno essere bilingui, ma dovrÓ esserci solo una lingua a seconda di quanto previsto nel POF, tenendo conto delle richieste delle famiglie.

A partire da domani in tutti gli ordini e gradi di istruzione partirÓ il monitoraggio effettuato dal MIUR sull'organico di fatto.

Relativamente alla quantificazione delle immissioni in ruolo, provvederÓ il Ministro ad ufficializzarle nell'incontro di domani, mercoledý 4 agosto, con le OO.SS. che saranno quasi certamente convocate nella giornata di venerdý prossimo per stabilire i criteri di ripartizione.