Brevi dal Miur

MobilitÓ 2010-2011:
iniziato il confronto al MIUR

dalla Gilda degli insegnanti, 30.10.2009

Si Ŕ svolto ieri il primo incontro per l’avvio della contrattazione nazionale integrativa sulla mobilitÓ del personale docente e ATA, per l’anno scolastico 2010/11.

Il dirigente del personale, dott. Chiappetta, ha preannunciato le novitÓ che caratterizzeranno il nuovo CCNI:

  • per la scuola secondaria di I grado e per la scuola primaria le domande dovranno essere presentate esclusivamente con modalitÓ WEB, tranne i dati sensibili che per ragioni di privacy saranno presentati in cartaceo alla stregua delle dichiarazioni di soprannumerarietÓ; i docenti di scuola dell'infanzia e di scuola secondaria di II grado, il personale educativo e il personale ATA - esclusi, per il momento, dalle procedure "on line" - continueranno a compilare le istanze nella consueta modalitÓ cartacea.

  • nel CCNI si dovrÓ tener conto delle modifiche ordinamentali e delle soppressioni/variazioni delle classi di concorso, gestendo il personale in esubero mediante la mobilitÓ professionale;

  • la mobilitÓ relativa all' Abruzzo sarÓ oggetto di un accordo successivo.

Ha invitato, inoltre, le OO.SS. ad evidenziare per tempo i punti critici che necessitano di modifiche.

La dott.ssa Pungitore, dirigente del SIDI, ha illustrato le modalitÓ con cui si dovranno presentare le domande di mobilitÓ. Precisato che l’anno scorso la sperimentazione on line attuata per la scuola primaria vide presentare con le nuove modalitÓ solo 440 domande su 30.000, ha spiegato che da quest’anno le procedure informatizzate per la presentazione prevedono che le istituzioni scolastiche verifichino la correttezza della trasmissione del mod. B effettuata dall'interessato e gli segnalino le anomalie cui dovrÓ rimediare. Al termine della trasmissione del mod. B sarÓ emessa la relativa certificazione.

Rispondendo alle osservazioni, alle perplessitÓ ed alle proposte della nostra Delegazione, la dott.ssa Pungitore ha dato assicurazione:

  • sulla flessibilitÓ del prodotto informatico che prevede la trasmissione dei dati con ampia possibilitÓ di correzione o rettifiche;

  • sul supporto che dovrÓ necessariamente essere dato dalle scuole agli interessati, previa formazione del personale di segreteria;

  • che a partire dalla mobilitÓ relativa al 2011/12 i dati acquisiti in memoria con le domande concernenti il prossimo anno scolastico saranno utilizzabili dagli interessati mediante l'acquisizione in memoria dei dati anagrafici, della titolaritÓ, del preruolo e del ruolo. Si tratta della cosiddetta semplificazione amministrativa, invocata giÓ da diversi anni da parte della Gilda degli Insegnanti;

  • che le OO.SS. saranno abilitate ad accedere al sistema Informativo per trasmettere le domande dei docenti che vi faranno ricorso.

La Federazione GILDA-UNAMS ritiene inopportuna la rivisitazione della mobilitÓ mediante l'adozione di nuove classi di concorso che sono tutt'ora in alto mare per l'assenza della quasi totalitÓ dei passaggi autorizzativi delle stesse e, pertanto, ha giÓ invitato l'Amministrazione a far slittare di un anno l'applicazione della riforma Gelmini alle superiori e l'adozione delle nuove classi di concorso.

Si sono calendarizzati i prossimi incontri per effettuare interventi di "manutenzione" sul testo dell'ultimo CCNI: i prossimi 3, 10 e 17 novembre e 1 dicembre.

 

 


Roma, 30 ottobre 2009
 

 Gilda degli Insegnanti