Ancora una grande vittoria
dell'UNAMS-scuola della  Puglia.

Ancora una grande vittoria a tutela dei diritti lesi di una lavoratrice assitente tecnico di Barletta (Bari), assistita dal prof. BARTOLO DANZI, Segretario provinciale e Regionale della UNAMS-scuola (Federazione Nazionale Gilda Unams) Puglia, in sede di conciliazione presso l'U.S.P. di Bari.

  dall'UNAMS-Scuola  della Regione Puglia del 7.6.2008

 

La lavoratrice aveva infatti da sempre subito una forte discriminazione nell'assegnazione degli incarichi specifici, che nonostante l'espletamento con sovraccarico lavorativo di mansioni non rientranti nel profilo di appartenenza tali da qualificarle come professionalitÓ compensabili con l'istituto dell' incarico specifico (ex funzione aggiuntiva), non le erano poi di fatto retribuiti. Il sindacalista DANZI ha dunque citato presso l'U.S.P. di Bari l'istituto barlettano che nella persona del Dirigente scolastico pro-tempore ha ritenuto di dover aderire alla proposta trasattiva della UNAMS-scuola formulata a favore della propria assistita. Ben 50 ore di retribuzione aggiuntiva secondo la tabella 6 del CCNL 24.7.2003 e 20 ore di recupero compensativo, per un totale di 70 ore saranno corrisposte dall' Amministrazione scolastica all'assistente tecnico ricorrente al fine di evitare l'alea del giudizio innanzi al Giudice ordinario del Lavoro. Le parti hanno proceduto, quindi, alla sottoscrizione del verbale di accordo conciliativo che sarÓ inviato alla D.P. L. di Bari e da qui , alla cancelleria del Tribunale di Trani sez. Lavoro